CASSAZIONE PENALE
Sentenza 19 dicembre 2011, n. 46669

Ai fini del calcolo del TEG (tasso effettivo del credito) la Cassazione penale con questa sentenza stabilisce che “circolari, note ed istruzioni di Banca d’Italia non sono fonti di diritto” e che le stesse “costituiscono un aggiramento della norma penale”; pertanto è considerato aggiramento della norma penale l’utilizzo della formula di Banca d’Italia derivante da tali note, istruzioni e circolari.

Il calcolo del TEG deve quindi essere effettuato seguendo il disposto letterale della L.108/96 – Art. 644 cp e secondo quanto sancito dalla Cassazione penale con la sentenza n. 46669 includendo interessi, commissioni, spese collegati all’erogazione del credito.